L´arte del vino

Presso Veuve Clicquot la vigna, vera e propria "nutrice", è oggetto di ogni attenzione. Nel corso delle stagioni, riceve le cure necessarie a uno sviluppo rigoglioso, per poter dare il meglio di sé, producendo uve di qualità straordinaria.

Scoprite
We Are Clicquot

Scoprite "We Are Clicquot", un'incredibile serie di ritratti umani: viticoltori, personale di produzione, enologi... ci parlano del loro mestiere, del loro savoir-faire, della loro quotidianità, condividendo la loro passione per lo Champagne Veuve Clicquot.

Episodio # 1: Christophe, Viticoltore

We Are Clicquot

Episodio # 1: Christophe, Viticoltore

Christophe Simon lavora nei nostri vigneti da quasi 25 anni. In quanto figlio di impiegati di Veuve Clicquot, la passione per lo Champagne nasce dalle sue radici. Il tempo di solito è il fattore più rischioso nella produzione dello Champagne, ma con una buona vendemmia è anche quello che dà più soddisfazioni. Una bottiglia di Veuve Clicquot è il magnifico frutto di un anno del suo lavoro, scopri la storia di Christophe Simon.

Episodio #2 : Marie-Pascale, etichettatrice

We Are Clicquot

Episodio #2 : Marie-Pascale, etichettatrice

Marie-Pascale è nata e cresciuta in Champagne, così come i suoi genitori. Lavora nel laboratorio di etichettatura, vestendo le bottiglie più prestigiose della Maison - spesso a mano. Questo compito è una vera forma d'arte e può impiegare anche pelle, lamine d'oro o altri materiali preziosi. La prima cosa che si nota dello Champagne è la bottiglia, per questo deve essere perfetta per rappresentare la qualità di Veuve Clicquot. Scopri la storia di Marie-Pascale.

Episodio #3 : Philippe, enologo

We Are Clicquot

Episodio #3 : Philippe, enologo

Philippe è a capo del team di enologi dal 1985, con il compito di supervisionare la creazione degli assemblaggi. Il vino è la sua passione e la sua squadra dà sempre il meglio per tener fede al motto di Madame Clicquot: "una sola qualità, la migliore". Ci sono giorni in cui vengono degustati fino a 50 vini diversi per definire lo stile Veuve Clicquot; questo stile è l'identità della Maison, costante di vendemmia in vendemmia, di generazione in generazione. Scopri la storia di Philippe.

Episodio #4 : Christian Renard, responsabile del vigneto

We Are Clicquot

Episodio #4 : Christian Renard, responsabile del vigneto

Christian Renard gestisce i nostri vigneti dal 1982, una responsabilità carica di sfide. Tra l'imprevedibilità del tempo, l'evoluzione della vite e la semplice organizzazione di una grande squadra, una cosa è certa: ogni anno è diverso. È necessario adeguarsi ed adattarsi a ogni cambiamento al fine di migliorare la produzione dello Champagne Veuve Clicquot, mantenendo una tradizione secolare. Scoprite la storia di Christian.

Episodio #5 : I vendemmiatiori

We Are Clicquot

Episodio #5 : I vendemmiatiori

Provenienti da tutta la Francia e appartenenti a ogni fascia d'età, i vendemmiatori di Veuve Clicquot sono il cuore della vendemmia. All'alba, in queste mattine autunnali, iniziano la raccolta a mano, trasportano e caricano numerose cassette di uve - compiendo un importante lavoro fisico che porterà a una deliziosa ricompensa. Lavorando in squadra si creano legami stretti e bei ricordi, perché i vendemmiatori amano lavorare insieme tanto quanto amano la terra. Scoprite la storia dei nostri vendemmiatori.

Episodio #6 : Christophe Pannetier, chef dell'Hôtel du Marc

We Are Clicquot

Episodio #6 : Christophe Pannetier, chef dell'Hôtel du Marc

Christophe Pannetier, chef dell'Hôtel du Marc, crea esperienze gastonomiche per gli ospiti invitati dalla Maison da tutto il mondo. Con la sua creatività, Christophe lavora spesso in collaborazione con gli enologi per scoprire gli abbinamenti perfetti per gli Champagne Veuve Clicquot mentre inventa nuovi sapori. Scopri la storia di Christophe.

Iscriviti al nostro canale Youtube

 

Diario della vendemmia

Lunedì 7 settembre 2015
 
La vendemmia della Maison Veuve Clicquot inizia oggi, con alcuni di giorni di anticipo rispetto all’anno scorso. Tanto la scorsa estate è stata piovosa, tanto questa è stata secca. Il 2015 è l’anno più secco e più caldo che la Champagne abbia mai conosciuto da quando si è iniziato a tenere traccia delle rilevazioni climatiche, ma fortunatamente a metà agosto e poi a fine mese è arrivata la poggia per dare acqua alle viti e far maturare le uve.
Stamattina il clima è molto fresco e secco, con circa 10°C all’alba.
Quest’anno la raccolta comincia nei vigneti di Ay, una zona vendemmiata per la maggior parte da squadre locali. Queste squadre sono costituite da vendemmiatori provenienti dalla Champagne o che vengono a pernottare da amici durante il periodo della vendemmia. Altri dormono nelle loro roulotte, che possono parcheggiare in due campi situati nelle nostre proprietà disponendo di elettricità, bagni e docce. Queste squadre sono costituite da 9 persone: 8 che vendemmiano e una che trasporta le casse fino alla fine del vigneto.
Le nostre squadre di Ay sono state puntuali all'appuntamento fissato per sabato 29 agosto, dopo che il nostro "piano di battaglia" era stato definito.
È il momento di verificare diverse formalità amministrative, iscrizione di chi non ha mai partecipato, firma dei contratti di lavoro, dopodiché passiamo alla formazione delle squadre e alle regole da seguire. Il regalo di benvenuto quest’anno è di nuovo un cappellino però diverso del modello dell’anno scorso, con il ricamo “Veuve Clicquot Vendanges 2015” [vendanges significa “vendemmia”]. Tanti vendemmiatori sono orgogliosi di indossarlo immediatamente. Altri invece lo sistemano accuratamente per non danneggiarlo e portarlo a casa alla fine della vendemmia.
Tutti i vendemmiatori sono impazienti di dare il primo colpo di forbice. È cosa fatta alle otto e mezza. Domani ci raggiungeranno direttamente nelle vigne e cominceranno il loro lavoro un’ora prima. Le prime uve di Pinot Noir raccolte sono magnifiche, con bellissime sfumature di colore e in ottimo stato.
 
È sotto un cielo piuttosto grigio che arrivano nel pomeriggio le nostre prime squadre ospiti. Quattro squadre provenienti dal Nord arrivano nella Côte des Blancs.
Queste squadre sono condotte da un Caposquadra che si è occupato di arruolarle, sono organizzate in gruppi da 7 vendemmiatori e comprendono anche 4 caricatori che caricano le casse sui rimorchi per il trasporto.
A Mesnil i vendemmiatori trovano i loro i nuovi letti. Finiamo così, quest’anno, il programma di rinnovo dei quasi 700 letti destinati ai nostri vendemmiatori ospiti. I vendemmiatori di Avize, dopo quelli di Mesnil l'anno scorso, apprezzano i lavori di insonorizzazione che abbiamo effettuato nel refettorio negli ultimi anni, è più piacevole conversare durante i pasti.
Arrivano anche due squadre che soggiorneranno a Pargny lès Reims. Come al solito, la nostra squadra di Amiens e una squadra dalla lorena ci coabiteranno. È la prima volta nella mia carriera che vedo il Meunier della Montagna Ovest essere raccolto nello stesso momento dello Chardonnay della Côte des Blancs.
 
 

Dalla vigna alla bottiglia

L’inverno è la stagione della potatura - pazientemente eseguita a mano, pianta per pianta - che dura fino a marzo. Segue la legatura: i tralci vengono legati a un supporto per essere conservati. In maggio si effettua la spollonatura, ossia l’eliminazione di germogli con poca o senza uva. Per tutta la primavera, la vigna viene protetta da malattie e insetti, se necessario in modo ragionato. Intorno al 20 giugno, al momento della fioritura, si contano 100 giorni prima della vendemmia. In attesa di questa tappa decisiva, i tralci vengono sollevati verticalmente e disposti a spalliera, ossia fissati a un supporto, e i germogli rifilati, per garantire una corretta attività fotosintetica.

Tutte le fasi della produzione

Rispettare l’ambiente: Un impegno radicato nella nostra storia

In linea con il motto della Maison «una sola qualità, la migliore», il rispetto per la terra rappresenta la nostra eredità e occupa un posto centrale nella nostra attività. Lo condividiamo come valore essenziale con partner e clienti. Questo rispetto detta le iniziative a favore dell’ambiente attraverso cinque grandi impegni:

  • Controllo dei rischi ambientali
  • Riduzione dell’impatto ambientale della nostra attività
  • Attuazione di una politica responsabile volta a migliorare le nostre azioni
  • Coinvolgimento di tutti i collaboratori e partner nel processo di protezione dell’ambiente
  • Condivisione delle nostre esigenze e dei nostri valori ambientali

Altre informazioni sui nostri impegni