Storia

Dal 1772, anno della fondazione, la Maison Veuve Clicquot Ponsardin è sempre rimasta fedele al proprio motto: “Una sola qualità, la migliore”. La sua storia ha per protagonista una donna straordinaria: Barbe-Nicole Ponsardin, Madame Clicquot. In seguito alla scomparsa prematura del marito, la giovane vedova ventisettenne decise coraggiosamente di prendere le redini dell’impresa di famiglia. Intransigente in fatto di qualità, si lanciò alla conquista del mondo, trasmettendo ai suoi successori il gusto per l'eccellenza e l’innovazione.

La storia di Veuve Clicquot

Le date fondamentali

Dal 1772 la storia della Maison Veuve Clicquot Ponsardin fu scandita da momenti fondamentali che forgiarono l’immagine del marchio e la sua fama internazionale. Dal rilevamento della Maison ad opera di Madame Clicquot nel 1805 alla riapertura dell'Hôtel du Marc nel 2011, passando per la realizzazione del primo Champagne millesimato, per l'invenzione della "table de remuage" e la creazione dell’etichetta gialla, i momenti della sua storia incarnano i valori di audacia e innovazione ai quali Veuve Clicquot Ponsardin rimane fedele.

Tutte le grandi date

Patrimonio

Fondata nel 1772, la Maison Veuve Clicquot Ponsardin possiede un patrimonio vario ed eccezionale, composto da uno dei principali vigneti della Champagne per superficie e qualità. Il vigneto, che sin dall’epoca del fondatore sorgeva su un basamento più antico, nel corso degli anni fu sviluppato dai vari dirigenti della Maison. Appartengono al patrimonio Veuve Clicquot anche le cave medievali nelle quali si svolge la lenta maturazione dei vini, i siti dedicati a ricevimenti prestigiosi, come l’Hôtel du Marc e il Pavillon de Muire – quest’ultimo classificato Monumento storico – e il Manoir de Verzy, situato in un villaggio del vigneto. Infine, la storia e la memoria di più di due secoli di attività commerciali, enologiche e viticole sono conservate nel Pavillon du Patrimoine, presso la sede della Maison a Reims.

Il patrimonio Veuve Clicquot

L'arte del vino

In linea con il motto della Maison «una sola qualità, la migliore», il rispetto per la terra rappresenta il nostro patrimonio e occupa un posto centrale nella nostra attività.
In Veuve Clicquot la vigna, vera e propria “nutrice”, è oggetto di ogni attenzione. Nel corso delle stagioni, riceve le cure necessarie a uno sviluppo rigoglioso, per poter dare il meglio di sé, producendo uve di qualità straordinaria.

L'arte del vino secondo Veuve Clicquot

Premio Veuve Clicquot

Istituito nel 1972 in occasione del bicentenario della Maison, il Premio Veuve Clicquot premia ogni anno donne che si sono distinte per le loro doti imprenditoriali e rende omaggio a Madame Clicquot, prima donna che ha saputo imporsi come grande figura femminile nel mondo degli affari. Degne eredi della «Grande Dame», queste donne hanno qualità che fanno di loro delle pioniere in grado di raccogliere tutte le sfide: la leadership, l’audacia, la creatività e il talento.
Dalla sua istituzione, il Premio Veuve Clicquot ha premiato più di 340 donne in 29 paesi.

Il Premio Veuve Clicquot