Premio Veuve Clicquot

Istituito nel 1972 in occasione del bicentenario della Maison, il Premio Veuve Clicquot premia ogni anno donne che si sono distinte per le loro doti imprenditoriali e rende omaggio a Madame Clicquot, prima donna che ha saputo imporsi come grande figura femminile nel mondo degli affari. Degne eredi della «Grande Dame», queste donne hanno qualità che fanno di loro delle pioniere in grado di raccogliere tutte le sfide: la leadership, l’audacia, la creatività e il talento.
Dalla sua istituzione, il Premio Veuve Clicquot ha premiato più di 340 donne in 29 paesi.

Storia del Premio

Nel 1972, in occasione del 200° anniversario della Maison, ha luogo la primissima edizione del Premio Veuve Clicquot in Francia. Si aggiudica il premio l'ingegnere francese Giselle Picaud, allora direttrice dell’équipe di costruzione dell'azienda Bouygues.
A poco a poco, il Premio Veuve Clicquot allarga il suo orizzonte alla scena internazionale. Ogni anno partecipano nuovi paesi, creando i rispettivi premi. Oggi il Premio Veuve Clicquot viene assegnato in ventisette paesi.
Nel 2012 si aggiudica il premio Fany Pechiodat, creatrice di MyLittleParis, che vince il Premio Francia grazie alla sua incredibile creatività e al suo sito di buoni indirizzi.

Incontri internazionali

Tutti gli anni, dopo aver ricevuto il riconoscimento, le vincitrici di ogni paese sono invitate a partecipare agli «Incontri Internazionali» che si tengono a Reims. E' un momento di scoperta nelle vicinanze della Maison Veuve Clicquot durante il quale le donne d'affari visitano le cantine, partecipano a una cena di gala e battezzano dei vitigni con il loro nome a Verzy.

Vincitrici del Premio Veuve Clicquot

Le vincitrici 2013